All Posts By:

Nonostante me

I CASI DELLA VITA

Settembre, tempo di banchi e campanelle di ottone squillanti. Ricordo che a scuola da fanciulli, noi si studiava il latino e i suoi vari casi-complemento. Nella vita da adulti invece, ci è capitato di incontrare vari casi-umani-sociali. Mi sono chiesta allora se ci sia un parallelismo, una sorta di legame, tra i “casi umani” e  i “casi complemento” che abbiamo studiato sul libro di grammat[...]

Braccio di Ferro

Francesco non aveva un braccio. Era nato così, un giorno del 1990. Un suo vagito spaccò il vetro: una chiara lamentela per il pezzo mancante, che nessuno però, ascoltò. La mamma e il papà lo sapevano già da prima della nascita e si preparavano da mesi ad accoglierlo con tutte le braccia che avevano a disposizione. Per non farsi trovare impreparati, chiesero aiuto anche alle braccia dei loro ge[...]

Per Amore degli Dei

Lo so, di solito racconto l’Amore. Quello della gente che prima si guarda di nascosto e poi si bacia davanti a tutti. Su questo blog si raccontano innamoramenti lenti e passioni veloci. Tradimenti più o meno tossici. E invece oggi vorrei raccontarvi di un Amore differente. Quello per le novità che portiamo nella nostra vita quando decidiamo di fare un “clic” irreversibile sul nostro c[...]

Pioggia a Trieste

Te la ricordi la pioggia? Le tue guance bagnate, l’orlo della mia gonna appiccicata al ginocchio? Era una sera d’estate e i passi lenti della gente annoiavano le strade. Ad un tratto il cielo della notte si spezzò in tre lampi. L’asfalto iniziò a tracciare punti chiari e scuri in un disegno dapprima fiacco, poi sempre più deciso. All’improvviso tutto diventò furioso. Abbiamo iniziato a cor[...]

Il tuo compleanno

Mancano pochi giorni al tuo compleanno ed è la prima volta che lo festeggeremo assieme. Mi accorgo di essere con l’acqua alla gola e forse ho pure il latte alle ginocchia. So di avere questa questione in sospeso con te. Con noi. Allora mi mordo le labbra, così i miei denti diventano più duri e nervosi di me. Sulla bocca ho pure qualche pellicina ribelle che punge l’esterno del mondo. Lo so, pro[...]

Anniversario

Quel  letto non lo facevamo mai. Era sempre in attesa di noi, e noi di lui. Le nostre mattine erano iniziate con gli ultimi sbadigli luminosi dei fari che si incastravano nelle tapparelle, sempre chiuse male. Dalla strada il mondo era ancora sotto anestesia generale, tranne lo schiocco di luce proveniente dalla finestra del palazzo di fronte. Era quello il momento in cui tutti e due ci svegliavamo[...]

Lasciarsi a Zagabria

Fresca fresca di “dobar dan” e “hvala” ("buongiorno" e "grazie" in croato) usati come passepartout, eccomi qui a gambe incrociate a mordicchiarmi una pellicina dell'anulare con il ricordo colorato di  Zagabria nella testa. Una città che mi ha accolto con il fischio del filobus in piazza Bana Jelacica e un tramonto incastrato nelle torri della cattedrale. Quest’anno a Pasqua la Croazia m[...]

La mamma di Pierino

Questa storia potrebbe sembrare una barzelletta. In verità è la storia di qualcuno che non ha altra vita se non proprio in una barzelletta. Lo conoscete Pierino? Sì, proprio lui, quello delle storielle che raccontavamo alle elementari, per farci guadagnare punti con i nostri amichetti del Mulino Bianco. Ebbene, tutti conoscono Pierino per le sue simpaticherie e le sue uscite ad effetto. Tu[...]

Nuova Rubrica!

Ciao a tutti! :-) Ecco i primi due contributi arrivati da fanciulle che hanno vissuto degli appuntamenti dementi! Se volete renderci partecipi delle vostre disgrazie (maschietti, fatevi sentire anche voi!), scrivete qui la vostra esperienza: virginia@nonostanteme.com Effetto catartico e anonimato garantiti! A presto! CENETTA ROMANTIKA Non sono una che esce molto con gli uomini. L’u[...]