All Posts By:

Nonostante me

Fare la mossa ZERO con un uomo

10 motivi per fare la “MOSSA ZERO”

TEMPO DI LETTURA: 6 MINUTI Ci sono ben 10 motivi per fare la MOSSA ZERO (ovvero la prima mossa femminile) con un uomo. Anche se fin da bambine la mamma, la nonna e pure la madrina di battesimo ci hanno sempre detto di aspettare che si faccia avanti lui. Ebbene, chi scrive su questo blog è una donna romantica che però – udite udite - ha iniziato a fare la prima mossa con gli uomini che avevan[...]
La romantica sovversiva

La romantica sovversiva

TEMPO DI LETTURA: 6 MINUTI La romantica sovversiva è una donna che nasce e si evolve a tutti gli effetti in uno stato di attesa prolungata di una prima mossa maschile. Siccome la sua bisnonna attendeva il marito che tornasse dal fronte, anche lei si sente sospesa sul davanzale della cucina ad osservare l’orizzonte in attesa di un segnale di interesse maschile (a.D. 2020, ndr). Sul piano in legno[...]
Corteggiamento alla pari

Corteggiamento alla pari

TEMPO DI LETTURA: 7 MINUTI Il corteggiamento alla pari potrebbe essere la soluzione per le nuove storie d'Amore nel 2020? E quale impatto avrebbe nella vita degli uomini e delle donne? Io in passato sono stata molto amata da alcuni uomini e per questo sarò sempre loro grata. Con altri non è andata altrettanto bene. Molto probabilmente io non sono stata capace di amarli a dovere, ma come si sa, i[...]
Persona che pensa di non essere "abbastanza"

Non essere “abbastanza”

TEMPO DI LETTURA: 5 MINUTI In diverse occasioni mi è capitato di sentire e di sentirmi dire di non essere “abbastanza”. I contesti erano i più disparati: non ero abbastanza esperta, a lui non piacevo abbastanza per investire su di me. Oppure quando ero io a non essere innamorata, mi è stato detto che non avevo ancora ricevuto abbastanza rifiuti per capire quanto si può stare male dopo un NO[...]

Donne e uomini: tanti o dis-tanti?

TEMPO DI LETTURA: 4 MINUTI Il corteggiamento è cambiato nel corso dei decenni? Come l’arredamento, ha variato le sue tendenze e i suoi colori? Gli uomini e le donne negli anni sono entrambi cambiati a colpi di felicità e delusioni?Nei giorni scorsi, dopo la pubblicazione dei video sulle donne sulla pagina Facebook di "Nonostante me", mi è successo di ricevere diversi messaggi di uomini che mi[...]

Chissà?

Oggi pubblichiamo sul blog la storia di una lettrice di Nonostante me. Lei si chiama Claudia, ed ecco qui il suo messaggio e il suo racconto :-) "Mi permetto di scrivere un breve brano di un amore non corrisposto del tutto. Mi piacerebbe se tu lo condividessi sulla tua pagina - salvo le correzioni necessarie! -. Grazie mille per la pazienza. E no! Non sono una scrittrice. Ogni tanto ho qualche impu[...]

Il “momento” giusto

Sei l’ultima cosa che mi ricorda l’odore dell’amore. È per il tuo “Ti amo” mai detto se oggi esiste “Nonostante me”. Io, che tanto declamo l’amore su queste pagine, ma alla fine mai mi innamoro. Insomma, predico male e nel contempo non ho mai razzolato peggio di così. Perché quando è il momento di tirare le somme, io e l’amore invece facciamo una divisione senza resto. Ricordo[...]

Odiarsi in quarantena

Se l’è preso. Fabrizio ha flirtato con il COVID-19 per settimane e alla fine questo qui gli ha concesso un’uscita. Che poi alla fine più che un’uscita è stata un’entrata. Sì, ma in casa nostra. Blindato lui, blindata io. Quindici giorni in isolamento domestico e io qui ad assisterlo. Lui non sa però che so che il suo vero nome non è COVID-19, ma “Luisa”. All’inizio Fabrizio non vol[...]

La torre più alta

Un giorno la principessa si trovò rinchiusa nella torre più alta del castello. Fuori c’era un drago che non la lasciava uscire. Il drago era fuggito dai festeggiamenti del Capodanno cinese e per questo pure gli orientali lo temevano. Nessuno nel regno della principessa aveva mai combattuto contro quel tipo di nemico e non c’era neppure un cavaliere che sarebbe venuto a salvarla, perché stavolta[...]

L’Amore al tempo del Corona Virus

Ci siamo conosciuti in quei giorni di follia.Avevamo sintomi lievi, ma ci misero comunque in quella stanzetta. Lui aveva le punte dei capelli che gli toccavano la barba ai lati del viso, e le mani che scavavano nel fazzoletto di carta. Lo sguardo era quello di chi sapeva che era uscito dal confine dei sani. Io indossavo la maglia di lana con le trecce davanti e avevo la tosse. Il mio respiro era[...]