Category:

Mena-boh

I CASI DELLA VITA

Settembre, tempo di banchi e campanelle di ottone squillanti. Ricordo che a scuola da fanciulli, noi si studiava il latino e i suoi vari casi-complemento. Nella vita da adulti invece, ci è capitato di incontrare vari casi-umani-sociali. Mi sono chiesta allora se ci sia un parallelismo, una sorta di legame, tra i “casi umani” e  i “casi complemento” che abbiamo studiato sul libro di grammat[...]

Per Amore degli Dei

Lo so, di solito racconto l’Amore. Quello della gente che prima si guarda di nascosto e poi si bacia davanti a tutti. Su questo blog si raccontano innamoramenti lenti e passioni veloci. Tradimenti più o meno tossici. E invece oggi vorrei raccontarvi di un Amore differente. Quello per le novità che portiamo nella nostra vita quando decidiamo di fare un “clic” irreversibile sul nostro c[...]

Lasciarsi a Zagabria

Fresca fresca di “dobar dan” e “hvala” ("buongiorno" e "grazie" in croato) usati come passepartout, eccomi qui a gambe incrociate a mordicchiarmi una pellicina dell'anulare con il ricordo colorato di  Zagabria nella testa. Una città che mi ha accolto con il fischio del filobus in piazza Bana Jelacica e un tramonto incastrato nelle torri della cattedrale. Quest’anno a Pasqua la Croazia m[...]

1979-2019

Sono nata nel mese di gennaio, quindi  appena metto nel lavello i bicchieri del brindisi di Capodanno, entro nel mulinello dell’ansia da nuova età imminente. Per me è sempre stato così. L’unica differenza è che quando hai 12 anni non vedi l’ora di averne 13 ed è tutta una rincorsa ai 20 e al futuro che credi di meritarti. Oggi invece compio 40 anni e mentre lo scrivo devo stare ben cent[...]

Intervista kamikaze a Gab!

Ciao a tutti, finalmente ecco a voi l'intervista fatta a Gab(riele)! Desidero ringraziarvi per la quantità di domande che sono arrivate, non potevo davvero immaginare un riscontro tale! :-D Ne approfitto per confermare la mia propensione -nella vita reale- ad osservare più che a chiedere. A sentire come mi sento "dentro" quando sto con le persone che mi stanno a cuore. Quindi rivendico la natura leg[...]

Il giorno prima

Il giorno prima di conoscerti ho sognato poco e dormito male. Il collo storto, la testa nei bottoni della federa. Poi, per cercare di incoraggiare la mia mattina, ho fatto colazione. Ho preparato il tè e ho appoggiato la bustina sul bordo del piattino: sgocciolava malinconia ai frutti di bosco. Una goccia è finita sulla tovaglia. Quella sovversiva si è dilatata all’istante e ha preso una forma tut[...]

Gab

Tu eri appena partito, ed io ero rimasta in equilibrio sulla linea gialla del binario 2. Il cielo di quel giovedì era freddo, c’era la bora a Trieste. Ma c’eravamo anche noi, che non sapevamo più che tipi eravamo stati soltanto il mese prima. La mia mano nella tua mi aveva ricordato che esisteva un posto per le persone che si scelgono. Tu che eri riuscito lì, dove altri avevano rinunciato.[...]

TU-TUM!

Io sono l’ultimo battito del tuo cuore. Quell’ultimo rintocco di vita, che ha tolto le batterie a tutti i tuoi orologi. E anche a te. Io sono solo un battito di cuore, ma prima di me e come me,  milioni di TU-TUM! tra i tuoi polmoni. Ricordo il primo tuffo amniotico che diede il via alle danze di questo ritmo binario! Nessuno ne sapeva nulla, eppure tu ed io eravamo già parte di questo mond[...]

Full obsession in Toscana

La mia prima full immersion di scrittura toscana è terminata ieri al binario 3. Giorni difficili e avanguardisti allo stesso tempo. Eravamo 44 gatti a Baratti, donne e uomini provenienti da varie zone d'Italia. E Roma la sentivi un po' ovunque. Mi piaceva. Da triestina abbonata all'Adriatico, ho apprezzato anche il mar Tirreno. Penso sia stato merito dell'entusiasmo verso il nuovo, se è stat[...]