Category:

Una tantum

Mano destra

Questa è la storia di una donna, un uomo e un'altra donna. Per esigenze di copione chiameremo lei "Amante", lui "Marito" e l'altra "Moglie". Amante non deve avvicinarsi a Marito più di così. Allora si ferma e lo osserva. La mano di Marito preme il tasto n° 4 dell'ascensore e l'anulare brilla in un punto preciso. Per ricordare al mondo la promessa che ha fatto a Moglie. Amante non ha nessun dirit[...]

Burrocacao

Non mi hai dato il permesso di amarti, perciò adesso sono qui a raccogliere da terra i miei stracci. La saponetta al miele che mi hai regalato al mercatino di Natale è sempre sulla mensola del bagno, accanto alla pila di asciugamani belli. Non ho ancora avuto il coraggio di toglierla dalla sua confezione. Usarla, sarebbe come dare il nulla osta affinchè il mio amore si consumi con lei. Invece vogli[...]

Freeway

Oggi graditissimo ospite sul blog, Davide Calabrese, membro triestino degli Oblivion, nonchè attore, regista, cantante e molto molto altro. Ebbene sì, in un giorno di luglio, con temperature da Fiat Punto nera lasciata al sole, gli ho chiesto se avesse voglia di dare un suo contributo a questa disgrazia di blog. Contro ogni mia previsione ha accettato la proposta senza alcun indugio.  L'ho rivisto[...]

L’appuntamento

Quella sera di maggio lui aveva indossato la sua camicia preferita. Come quando la stirava sua madre, sapeva di un pulito antico, eterno, senza anno né stagione. Questa volta però era passata sotto l'ardito tocco della signora della lavanderia, ma questo poco importa alla nostra storia. La stoffa azzurrina scivolò silenziosa sulle sue spalle. Le asole e i bottoni si baciarono uno dietro l'altro,[...]

Ricamo d’ombre

Noi apparteniamo a questo momento. Questo angolo di noi è tutto ciò che ci serve. La tua mano bianca e devota, onda lenta e perpetua. I miei capelli lunghi e castani, foglie leggere che giocano con le tue spalle adulte e ragionevoli. Abbiamo noi. Questa è la nostra forza, ed ora anche la nostra meravigliosa debolezza. Così fragili, eppure invincibili. Noi che finalmente amiamo di nuovo e veniamo ri[...]

Quando è successo?

Quante pagine di calendario sono state strappate da quando l'amore si è posato su di noi? Molte, forse troppe. Il nostro ultimo sorriso da single, nel dicembre del 2012 ci ha abbracciati in quella piazza che scrocchiava di luci di Natale. Camminavamo. I nostri passi erano i puntini di sospensione di una fiaba che attendeva il lieto fine. E così fu. Il tuo acerbo amore aveva vinto il braccio di ferro[...]

Non mi manchi

Non sei tu che mi manchi. Mi manca quella che ero io, quando amavo te. Quando sentivo che più diventavo tua, più tornavo mia. Tu che sei stato il mio salto oltre la pozzanghera. Lo specchio antico nel quale ho ritrovato il mio sorriso. La risata lontana di due ragazzi, che giocano all'Amore senza mai chiamarlo così. Tu che dovevi essere il mio risarcimento, eri diventato invece il mio più grande de[...]

Penultima

Sono stata la tua penultima ragazza. Il passo esausto prima di prendere lo slancio verso l'ultimo gradino della scalinata. Da lì sai che vedrai meglio l'azzurro, il verde e tutti gli altri colori della vita. Con lei. La donna che hai deciso sarebbe stata l'ultima. La compagna di un cammino, le cui orme hanno già piegato la generosa erba di giugno. Ed ecco il bianco. Del suo sorriso, del suo velo. Del[...]

Fase R.E.M.

Sai perchè mi piacevi tanto? Perchè sapevi dare un tono di voce anche ad un messaggio scritto, e le nuvolette di uazzap col tuo nome erano uniche e speciali, come l'idea che avevo di te. Mi piacevi perchè eri maturo e leale, come si usava essere ai tempi dei miei genitori, quando erano pischelli. Perchè i nostri rari silenzi in macchina erano ghirigori di autoironica complicità. Eri bellissimo[...]

Altalena leggera

Lo credevo altamente improbabile, invece ho smesso di amarti. Ho accarezzato il tuo ricordo con la mente per mesi. Ti ho nominato innumerevoli volte con le persone che sapevo mi avrebbero potuta capire, senza mandarmi direttamente a quel paese, senza passare dal... VIA! Anche il T9 del mio cellulare oramai, in ogni sms, mi suggeriva ignorantemente il tuo nome e questa cosa -ad oggi- mi sembra decisa[...]