Chissà?

Oggi pubblichiamo sul blog la storia di una lettrice di Nonostante me. Lei si chiama Claudia, ed ecco qui il suo messaggio e il suo racconto 🙂

Mi permetto di scrivere un breve brano di un amore non corrisposto del tutto. Mi piacerebbe se tu lo condividessi sulla tua pagina – salvo le correzioni necessarie! -. Grazie mille per la pazienza. E no! Non sono una scrittrice. Ogni tanto ho qualche impulso!
È il punto di vista di un uomo deluso
.


Era difficile non notarla quando entrava in una stanza oppure in un bar con i suoi occhi elettrizzanti e con la sua voce ferma e decisa a chiedere il suo solito: “Un cappuccino senza schiuma grazie mille“. Specialmente quel “grazie mille ” nel quale si sentiva appena il suo accento dell’est. E se era di buon umore sfoggiava un sorriso che illuminava qualsiasi cosa. Altrimenti rimaneva sulla difesa come se aspettasse che qualcuno potesse calpestarla con le scarpe, le parole, gli sguardi.
Era molto impulsiva: ora ti dava la sua fiducia e un secondo dopo eri un estraneo per lei, ora ti sorrideva e subito dopo ti guardava con la freddezza dei blocchi di ghiaccio. Tante volte non sapevi come, cosa e quando parlarle e soprattutto, se.
Era semplice e complicata: dava tanto e chiedeva tanto, così come dava poco e chiedeva sempre tanto. Non credo che qualcuno sia mai riuscito a capirla fino in fondo e forse nemmeno lei è mai riuscita a farlo.
L’ho incontrata questa donna! L’ho incontrata, desiderata, amata e avuta ma sempre a modo suo. Ho passato con lei dei giorni felici e altri meno, momenti luminosi e bui, ore di spiegazioni e accuse, amore e odio, desiderio e avversione. La vita con questa donna era un susseguirsi dal “+” al “-” in un secondo. Era una cascata di montagna sempre in movimento. E forse per questo mi faceva sentire in qualsiasi momento vivo!
Avete presente la saponetta che vi scivola dalle mani? Così era lei. E così è scivolata dalle mie mani, dal mio amore, dal mio desiderio, dal mio sogno di averla sempre con me.
Spesso mi chiedo se da qualche, in qualche posto riuscirà a fermarsi, a non scivolare più, a trovare quel che cerca.
E spesso mi rispondo “Chissà?”.

di Claudia Cabalau


E voi, avete una storia d’amore (vissuta e non) da raccontare? Volete condividerla con noi romanticoni? 😀
Inviatela pure qui: virginia@nonostanteme.com

Image: Pixabay

Comments

E tu cosa ne pensi?

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: